Roastbeef

Saporitissimo e semplicissimo, si può mangiare caldo ma anche freddo, costituisce un'ottima cena estiva!

Ingredienti per 4/5 persone
pezzo di carne di manzo,   ca 800 gr
olio oliva                                100 ml
vino bianco o limone             100 ml
sale
spezie (rosmarino, origano, timo, salvia ecc)


Legare il pezzo di carne con uno spago formando un reticolo che lo tenga stretto.

In un pezzo di carta (sacchetto di carta tagliato o carta da forno) spargere il sale e le spezie. Ruotare la carne sopra alle spezie, in modo che aderiscano.
Se si ha un rametto di rosmarino, infilarlo al di sotto dello spago.

Versare in una pentola alta (tipo quella dove si cuoce la pasta) l'olio d'oliva, che sia alto almeno 1 cm, e porla su fuoco medio.
Quando l'olio è  caldo adagiare la carne, deve sfrigolare, e coprire la pentola.
Cuocerla qualche minuto su ogni lato, finché diventa marrone, per un totale di circa 10 minuti.

Cospargere la carne con un un bicchiere di vino bianco o un paio di limoni spremuti, fare cuocere ancora un paio di minuti poi spegnere il fuoco.
Lasciare la pentola coperta per altri 10 minuti in modo che la carne assorba il liquido.

Pronto!

Crescioni Romagnoli

Sono diventati la specialità della mia nipotina, dopo che l'anno scorso ha seguito un corso in Romagna (sennò dove???).
Questa la ricetta con il classico ripieno: mozzarella e pomodoro, ma potete sbizzarrirvi con qualsiasi idea!

Ingredienti per ca 10 crescioni e 5 piadine

Impasto
Farina 00              1 Kg
Acqua calda     500 ml scarsi
Olio semi             1 bicchiere
Sale                      1 cucchiaio

Ripieno
Passata pomodoro   1 vaso
Mozzarelle              6

Unire tutti gli ingredienti dell'impasto e impastare a mano o con robot, fino ad ottenere un impasto vellutato ed elastico.
Dividerlo in circa 15 palline.
Stendere con il matterello ogni pallina in modo da ottenere un tondo di circa 25cm di diametro e 3/4mm di spessore. Naturalmente qui si va a gusti....

In una ciotola unire al passato di pomodoro una manciata di origano e del sale.
Tagliare le mozzarelle a cubettini.

Piadina: con una forchetta bucare il tondo di impasto e cuocerlo in una padella antiaderente ben calda, prima da una parte, poi dall'altra. (possibilmente evitare di girare più volte)

Crescioni: porre al centro del tondo di impasto un cucchiaio circa di passata di pomodoro e una manciata di cubetti di  mozzarella.
Ripiegare il tondo a metà per formare una mezza luna. Premere bene nei bordi l'impasto perché sigilli il ripieno all'interno. Eventualmente premerlo anche con i denti di una forchetta, per creare il tipico bordo righettato.
C'è chi risvolta ulteriormente la parte esterna verso l'interno, creando una crosta un po' più spessa.

Mettere subito in una padella calda, e lasciare scaldare prima su un lato, poi sull'altro, infine sullo spessore (cercando di mettere il crescione in piedi sulla padella).

(prometto una foto la prossima volta che li faccio!)

Crumble alle mele o pere - Apple or pear crumble

Direttamente dall'Inghilterra, un dolce semplicissimo!
Si può fare con le mele, con le pere o nei pub si trova spesso con il Rabarbaro, che con la sua acidità crea un bel contrasto con la dolcezza dell'impasto! Ah, crumble significa Briciole!

Ingredienti base per 4/5 persone:
Mele o Pere     n.3
Farina 00         130 gr
Zucchero         100 gr
Burro                80 gr
Eventuali Ingredienti aggiuntivi
Cannella            1 cucchiaino
Zenzero             mezzo cucchiaino
Uvette               a piacere
Pinoli                 a piacere

Lasciare il burro a temperatura ambiente per almeno 1 ora.
Ungere una teglia.
Pelare e tagliare la frutta a fettine, disporle nella teglia fino a riempila per 3/4 cm di altezza. Eventualmente aggiungere le uvette ed i pinoli e polverizzare con cannella o zenzero.
In una ciotola mescolare a mano la farina e lo zucchero, poi con le mani infarinate prendere il burro ammorbidito e spezzettarlo sopra alla farina e allo zucchero per quanto possibile e mescolare grossolanamente. Sempre con le mani infarinate prendere il composto farina-zucchero-burro e spolverarlo sopra alla frutta in modo tale da coprirla tutta.

Cuocere in forno a 160° per circa 25 minuti. Quando si vede la pasta sopra prendere un colore rosato è pronto.

E' ottimo servito tiepido, basta rimetterlo in forno qualche minuto, ed accompagnato da gelato di vaniglia o crema!

Biscotti sani con avena e sciroppo d'acero

Uno dei miei vari tentativi di preparare dei biscotti BUONI ma anche SANI!
E questi sono riusciti proprio bene, addirittura piacciono anche a mia sorella!
Innanzitutto sono fatti con farina integrale e con i fiocchi d'avena, sempre consigliati per le ottime proprieta' nutrizionali! Poi ho sostituito parte del burro con il - più sano - olio di mais, così come parte dello zucchero con lo sciroppo d'acero.

Ricetta:
farina integrale: 200 gr
fiocchi d'avena:  50 gr
burro:                50 gr
olio di mais:       50 gr
zucchero:          80 gr
sciroppo d'acero:    40 gr
uova:                 1 intero + 1 rosso

Mescolare tutti gli ingredienti (il burro e le uova possibilmente tenuti a temperatura ambiente per qualche ora), fino ad ottenere un impasto compatto e non appiccicoso, altrimenti aggiungere farina.
Se fosse troppo asciutto, tanto da non rimanere compatto ma sbriciolarsi, aggiungere un po' di chiara d'uovo o olio.
Stendere con il matterello e ritagliare i biscotti della forma preferita.
Cuocere in forno a 180°C fino a doratura.


Biscottini di Natale

Un regalo simpaticissimo, spesso più gradito di cose inutili comprate in extremis!
E' la solita pasta frolla, niente di difficile:
Farina   250 gr
Zucchero 125 gr
Burro  125 gr
1 uovo + 1 rosso
Qualche goccia di succo di limone,
eventualmente un goccio di Porto.

Unire tutti gli ingredienti dopo averli lasciati per qualche ora a temperatura ambiente, con il robot, il Bimby o a mano. Appena la pasta diventa omogenea smettere di lavorarla, se è molto appiccicosa aggiungere un po' di farina, se è troppo secca e non si compatta (è a granelli) aggiungere un po' di chiara d'uovo o del succo di limone.
Metterla in frigorifero avvolta nella pellicola per almeno 30 minuti (fino a un massimo di 24 ore!).
Tirare fuori e tirare con il matterello sul tagliere; abbondare con la farina perchè non si attacchi, stendere una prima volta, poi sollevare, spargere un po' di farina sul tagliere, appoggiare ed assottigliare con il matterello, poi ancora sollevare, aggiungere farina, ecc finchè non si raggiunge lo spessore voluto (2-3 mm, ma c'è chi preferisce i biscotti più alti!).
Trasferire su una lastra da forno e mettere nel forno già caldo a 180°. Si cuociono in circa 15-20 minuti, naturalmente dipende dal forno e dallo spessore dei biscotti: tenerli d'occhio, appena il bordo diventa dorato toglierli. "Ascoltare" anche il proprio naso: quando si sente il loro profumo significa che sono cotti!

Per la decorazione ho usato la glassa (chiara d'uovo montata, un po' di colorante e tantissimo zucchero a velo fino a quando diventa molto compatta, ma non troppo altrimenti non passa dalla sac à poche!).

Biscotti Krumiri

Erano la mia passione da piccola! Poi me li sono dimenticati... e l'altro giorno, ho visto dei biscotti simili dal fornaio e ho pensato, perchè non me li faccio?
Ecco la ricetta che ho trovato in Internet, con qualche foto della mia prova:
350 gr farina 0
140 gr zucchero
110 gr burro
1 uovo e 2 tuorli
aroma di vaniglia: io ho messo un po' di gocce di essenza (comprata ai Caraibi!), ma non si sente molto, riproverò con la bacca di vaniglia come consigliato.

Mescolare prima il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, poi unire le uova e la farina setacciata.
Ottenuto un impasto omogeneo lasciarlo riposare mezzora coperto con un po' di plastica.

Siccome ho in casa la sparabiscotti di mia sorella ne ho approfittato! Ho messo lo stampino a stella e ho ottenuto tutti questi bei biscottini, forse leggermente più sottili dei classici che si comprano.
Altrimenti si possono fare a mano, rigandoli con la forchetta.

In forno a 200° per i primi 5 minuti poi 180° per altri 15-20 minuti, quando iniziano a prendere un bel colore dorato toglierli!

Bignè (o Choux, alla francese)

I classici bignè, ottimi sia dolci che salati.

Acqua                                     ¼ di litro
Burro                                      gr.125
Sale                                        un pizzico
Farina                                     gr.150
Uova intere                            4
Zucchero                                1 cucchiaio
Buccia di limone

In una pentolina portare ad ebollizione l’acqua con il burro e il sale. Toglierla dal fuoco, versarci la farina, mescolare e rimetterla sul fuoco, sempre mescolando, finché la pasta si stacca dalle pareti e fa un rumore, come se friggesse. Lasciarla raffreddare. 
Aggiungere le uova intere, uno alla volta ed amalgamare ogni volta. Lavorare molto la pasta. 
Quando sarà vellutata e farà delle bolle, aggiungere un cucchiaio di zucchero e la buccia raschiata di un limone. 
Con la sac a poche (o anche con le mani), fare delle palline o dei cilindretti, cuocere a 180° per 25 minuti circa.
Si conservano anche per una settimana all'aperto o in un sacchetto di carta, non chiusi in una scatola altrimenti si ammorbidiscono!
Poi riempire con crema pasticcera, al cioccolato o panna montata, e decorare con zucchero a velo, cacao o con la glassa.